7 Jul 2011

Ciambella all'arancia

Non si può dire che anche l'inverno non porti i suoi frutti. Nel clima relativamente mite di Melbourne, infatti, crescono prosperi limoni e aranci e per la prima volta nella mia vita ho la possibilità di uscire in giardino e semplicemente prendere un'arancia dall'albero. Essendo le arance il frutto consumato più comunemente in inverno anche da noi in Friuli (dove ovviamente non crescono), fa un certo effetto il non comprarle dal supermercato o al massimo da qualche venditore ambulante di agrumi di Sicilia. Chi abita al nord mi capirà...
E così via di arance al mattino come spremuta, a pranzo in insalata, al pomeriggio intere così come sono e ovviamente...anche nei dolci:-)

Qualche giorno fa mi è venuta in mente una ricetta che avevo intravisto sul food blog 'Entre Alacenas y Fogones' della spagnola Hilda. E' un blog che seguo spesso e che se masticate un pò di spagnolo vi consiglio di andare a guardare. E ho deciso di provare a farla. Ho cambiato leggermente le quantità in base a quello che avevo utilizzando 4 uova al posto di 5 e un'arancia intera invece che metà per compensare un pò i 'liquidi'. Ho aggiunto anche del lievito così per sicurezza, che avevo paura non lievitasse abbastanza da coprire le arance.. magari la prossima volta non lo metto nemmeno io, vedremo.

E questo è il dolcetto finito:-)



CIAMBELLA ALL'ARANCIA

Ingredienti:

4 uova grandi
180g zucchero
50g farina
50g farina di mandorle
80g di fecola di patate
1 bustina di lievito
1 arancia piccola 
un pizzico di sale
zucchero a velo qb
due arance tagliate a fettine sottili e candite*

Accendete il forno a 180°C. Imburrate e infarinate (oppure foderate) uno stampo a ciambella (ma anche tondo, di ca. 20cm di diametro, non più grande) e disponete lungo tutto il perimetro esterno le fette di arancia candita leggermente sovrapposte.
Dividete i tuorli dagli albumi e sbattete i primi con metà dello zuccherò finchè bianchi e cremosi. Mescolate le tre farine con il lievito e aggiungetele gradatamente ai tuorli. Frullate l'arancia con lo zucchero rimanente fino ad ottenere una 'poltiglia' omogenea che andrete ad incorporare all'impasto.
Montate le chiare a neve ferma con un pizzico di sale. Prendetene un paio di cucchiaiate e aggiungetele all'impasto mescolando bene così da 'ammorbidirlo'. Aggiungete poi  a poco a poco e delicatamente il resto degli albumi.
Versate il composto nello stampo facendo attenzione a non far cadere le fette di arancia ed infornate per una trentina di minuti o finchè uno stecchino infilato nella torta ne uscirà asciutto.
Attendete una decina di minuti poi capovolgete il dolce su un piatto da portata e ..rimirate! Una volta freddo, cospargetelo poi di zucchero a velo. Et voilà!

*Per candire le arance fate così: in un pentolino preparate uno sciroppo con 300ml di acqua e 200g di zucchero, quando sobbollisce prendete le arance (bio, meglio, visto che vi mangerete pure la buccia..), affettatele sottilmente e ponetele nel pentolino con lo sciroppo. Una volta che le arance saranno diventate morbide e un pò traslucide toglietele dallo sciroppo, scolatele ed utilizzatele nel modo descritto sopra.


Google+ Badge