15 Feb 2011

Pizza con biete e sardine

Ho fatto la piiiiizzzaaaaa!
Ok, neanche avessi scoperto l'acqua calda, direte voi!
Già, ma avevo provato numerosissime volte a farla e ogni volta ottenevo una pizza mediocre, a volte troppo pesante, altre troppo croccante, ecc... Ora invece per la prima volta  posso dire con soddisfazione di aver preparato un'ottima pizza!
Soffice, alta, saporita, digeribilissima, ... non credevo alle mie papille:-)
E' proprio vero, chi la dura la vince...

Voi che ne dite? Vi va di provarla? Ovviamente miro alla perfezione, quindi ogni vostro consiglio è super ben accetto!





PIZZA CON BIETE E SARDINE

Ingredienti

270g farina
1 bustina di lievito di birra (non quello istantaneo)
1 patata media
200ml acqua tiepida
3 cucchiai d'olio d'oliva
1 cucchiaino di sale + qb per cuocere le biete
1 cucchiaino di zucchero
passato di pomodoro qb
biete fresche a piacere (io ne ho cotte una bella pentolata così quelle avanzate le ho messe da parte per il giorno dopo)
1 scatoletta di sardine sott'olio
due cucchiai di pomodori semi-secchi spezzettati
una manciata di uvetta lasciata in acqua per 10' ad ammorbidirsi e poi scolata e asciugata
origano qb
1 mozzarella

Ovviamente gli ingredienti per la farcitura sono facoltativi e le quantità..a vostro gusto!

In una pentola far bollire la patata finchè morbida. Scolarla, schiacciarla con uno schiacciapatate e lasciarla intiepidire. Cuocere anche le biete in pochissima acqua (ne elimineranno molta da sè) finchè i gambi iniziano ad intenerirsi. Salarle solo quando si sono 'ristrette' (perderanno gran parte del loro volume).
Cospargere il lievito sulla superficie dell'acqua a cui avrete aggiunto lo zucchero e il sale. Mettere da parte finchè si sarà formata una schiumetta. Versare la farina sulla spianatoia e fare la fontana, aggiungere l'olio, la patata schiacciata, una presa di sale e l'acqua con il lievito. Impastare prima con una forchetta, poi con le mani finchè la pasta raggiunge una consistenza elastica ma non appiccicosa (una decina di minuti ca.). Regolare eventualmente con un pò di farina/acqua.
Formare una palla, inciderla a croce e lasciarla lievitare in un posto lontano da correnti d'aria per 1h ca. (finchè raddoppia di volume). Una volta lievitata, stenderla piano con un mattarello senza lavorarla troppo, finchè sarà spessa ca.4mm e metterla sulla vostra teglia da forno precedentemente unta d'olio.
A questo punto condirla a piacere!
Io ci ho messo la passata di pomodoro, l'origano, le biete, l'uvetta (sì sì, ci sta benissimo!), le sardine sgocciolate e tagliate a 'filetti' e i pomodori secchi.
Infine infornarla a 250° per 20' ca. o finchè risulterà dorata. Cinque minuti prima del termine della cottura aggiungere anche la mozzarella così avrà il tempo di sciogliersi ma non di bruciarsi. Dopodichè...sfornare e gustare bella calda!


ENGLISH VERSION

PIZZA WITH SILVERBEET AND SARDINES

Ingredients

270g wheat flour
1 sachet yeast (not the instant type)
1 medium sized potato
200ml mild water
3tbsp olive oil
1tsp salt + salt for cooking silverbeets
1tsp sugar
silverbeets (as much as you want, I cooked a whole pot of them so the leftovers would make a nice salad the following day)
1 tin sardines in olive oil
2tbsp chopped semi-dried tomatoes (don't bother draining from oil)
a handful of raisins, soaked for 10' then drained and dried
mozzarella cheese to taste
oregano to taste

Of course the toppings are your choice! This is just an indication of what I used:-)

Boil the potato in unsalted butter until soft, then mash it and let it cool a bit. Cook the silverbeet in a couple of tbsp of water until the stems are starting to get tender, salt and leave aside. (Don't salt the silverbeet as soon as you put it in the pot as it shrinks a lot and you may end up with very salty beets!).
Sprinkle the yeast onto the water with the sugar and the salt. Let it get foamy.
Pour the flour on your worktop, make a well in the centre and add the olive oil, the potato, a pinch of salt and the water with the yeast. Work with a fork first and then knead with your hands until the dough reaches a smooth consistency, is elastic and not sticky. Regulate with water/flour as needed as not all flours absorb the same amount of water.
Form a ball, cut a cross on its top and leave in a draft-free place to raise for an hour or so (until doubled in size). At this point roll it with a pin to a 4mm thickness and place it on your previously greased (with olive oil) baking tray.
Now it's the time for the topping! Spread the tomato sauce first, then the oregano and eventually the silverbeets, the quartered sardines, the chopped up sun dried tomatoes and the raisins.
Place in the hot oven at 250°C for about 20mins or until the crust starts to brown.
Five minutes before the pizza is cooked add your mozzarella so that it'll have time to melt but not burn.
Eat straight from the oven for pure deliciousness!

2 comments:

Anonymous said...

BUONASERA LINDA
il mio nonno era panettiere e faceva una pizza buonissima, mia mamma ce la faceva in varie maniere, in particolare la pasta mi ha insegnato come lavorarla perchè possa lievitare bene, il sale uso quello grosso e lo faccio sciogliere nell'acqua prima di cominciare a impastare, e nell'impasto io aggiungo anche un po' di latte, viene più morbida
provare per credere
mi hai fatto venire fame!
vi abbraccio
MICHELA TRIGGIANI

#Near_Miss# said...

Ma queste sono informazioni utilissime, le proverò sicuramente! Un pò le invidio il nonno panettiere, sa...
Grazie infinite per aver condiviso i 'trucchetti' del mestiere, le farò sapere come sarà la prossima pizza!
L.

Google+ Badge