12 Nov 2012

BISCOTTI CROCCANTOSI ALLE MANDORLE E UVETTA

A corto di idee per i regali di Natale?

Io mi sto organizzando (vista la penuria di lavoro e quindi di 'dindini' = soldini, che credo mi accomuni a molti italiani in questo periodo!) con regali fai-da-me e in particolare sperimentando diverse ricette di biscotti e biscottini che, se passati positivamente al vaglio delle papille gustative del fidanzato, finiranno sulle tavole delle persone a cui voglio bene
Un Natale diverso, magari più sostenibile e 'caldo' è quello che mi prefiggo, non solo per via della congiuntura economica presente, ma anche per un discorso di principio. Vorrei un Natale meno consumistico? E allora inizio da me! 
Che poi, un regalo è gradito se fatto con il cuore, se poi è fatto anche con le mani...è ancor più apprezzato! Così facendo, invece di passare un pomeriggio in un centro commerciale, rompendosi la testa per decidere cosa acquistare magari facendosi anche prendere dal panico dell'ultimo minuto, può essere bello trascorrere lo stesso pomeriggio a casa, perchè no, assieme alle amiche o alla sorella, o al fidanzato o ai vostri bimbi e impastare assieme qualcosa che oltre a riempirvi la cucina del profumo degli abbracci, regalerà un bel momento di condivisione a voi e qualcosa di sfizioso da gustare per i vostri cari. 
Potrete sbizzarrirvi con le ricette a seconda che il destinatario mangi di tutto o abbia qualche intolleranza o non possa eccedere con gli zuccheri ad esempio... Le possibilità sono infinite.

Io inizio con dei classici biscotti neo-cantucciniani.. Di solito piacciono a tutti, sia inzuppati nel latte che nel vino bianco dolce! E poi si conservano bene in una scatola di latta e si può aspettare di mangiarli fin dopo le feste, per dar tempo al corpo di smaltire le scorpacciate natalizie. La ricetta l'ho presa (e poi stravolta) dal Donna Hay del dicembre scorso (trattasi di una rivista australiana di cucina che a me piaceva molto).



BISCOTTI CROCCANTOSI ALLE MANDORLE E UVETTA

150g di farina 00
100g di farina 2 (del mulino di Codroipo UD)
50g di farina di polenta taragna istantanea 
1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere
160g di zucchero
3 uova leggermente sbattute
1 cucchiaio di buccia d'arancia grattuggiata (anche quella in polvere va bene)
150g di mandorle sbucciate
120g di uvetta

--potete sostituire le mandorle e l'uvetta con frutta secca a vostro piacimento. Pubblicherò le prossime varianti man mano che le provo:-) --

Accendete il forno a 160°C. 
In una terrina versate le farine, il lievito e lo zucchero e mescolate. Aggiungete le uova, la buccia d'arancia e la frutta secca e impastate prima con una spatola di legno finchè il tutto inizia ad aggregarsi, poi con le mani su una superficie ben infarinata.
Il composto vi sembrerà parecchio 'grumoso' all'inizio, ma continuando ad impastare diventerà più coeso e le mandrole non vi scapperanno più da tutte le parti!
A questo punto dividete in due l'impasto e formate due rotoli lunghi ca. 20 cm. Appiattiteli leggermente e disponeteli sulla placca da forno foderata di carta . Cuocete per 35' poi fate raffreddare completamente prima di passare alla fase successiva (io ho preparato i rotolini la sera prima e lasciati raffreddare durante la notte).
Una volta freddi, affettateli sottilmente (ca. 3mm) senza romperli con un coltello a seghetto ben affilato. Riaccendete il forno a 160°C, disponete nuovamente i biscotti sulla placca (io ho dovuto utilizzare anche la griglia del forno foderata perchè non mi stavano) e passateli in forno per altri 8-10 min. finchè s'indorano un pò e diventano croccanti. Lasciate raffreddare e assaggiate! Ne usciranno un'ottantina circa..

A presto con altre delizie natalizie (pure poetessa, visto?) e qualche consiglio per le confezioni regalo:-)




7 Nov 2012

cocco e cioccolato, combinazione hot per un autunno cold!

Pubblico un post scritto domenica scorsa e interrotto a metà per rispondere al telefono e scoprire con mio grandissimo piacere che si trattava di una carissima amica che sta a Tenerife e con cui non parlavo da mesi... Ovvio che lei ha avuto la precedenza su tutto! A conversazione terminata, poi sono uscita e così il post è rimasto qui fino ad oggi... Certo, la giornata è ben diversa, poichè oggi splende uno splenderrimo sole, ma tenetevi buono questo post per il prossimo round di grigiore e freddore che, a detta dei meteorologi è dietro l'angolo...brrr...

"Un post velocissimo solo per ragguagliarvi su quel che sto facendo in questo momento... ovvero: sorseggiando una densa e rinvigorente cioccolata calda, anzi..fumante!

Stavo rispondendo ad alcune mail tranquillamente appollaiata sul divano quando ho iniziato a non sopportare più il freddo, neanche la copertina di lana che mi segue dai tempi dell'Inghilterra non bastava più... E mi si è illuminata la famosa lampadina: cioccolata in tazza!
Così mi sono fiondata in cucina, ho rovistato fra gli armadietti in cerca di quella confezione di cacao amaro che sapevo nascondersi là in mezzo, zac! trovata... Ok, ora maizena, zucchero, latte...erm... latte... prendendo in mano il cartone dal frigo, mi sono resa conto  che di latte non ce n'era a sufficienza neanche per mezza tazza e così passo in rassegna le opzioni: acqua?hmm.. panna?uff e le calorie..e poi domani mi serve.. Yogurt?ma che scherziamo? Quando lo sguardo mi cade sulla confezioncina di latte di cocco! Bling! Amore a prima vista...già mi sogno il bounty in tazza...

Tempo 5min. e la mia super cioccolata al profumo di polinesia è pronta... ed è uno spettacolo:-)
Se anche lì da voi, piove, c'è foschia, tutto e grigio e avete bisogno di un 'boost' per affrontare quel che resta del pomeriggio, direi che non c'è di meglio! Se non avete il cocco, potete sempre aggiungere altro, tipo lo zenzero o il peperoncino...che sono super riscaldanti ..perchè avevate dubbi??



CIOCCOLATA CALDA AL COCCO

per una tazza capiente:
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
1/2 cucchiaio di maizena 
1 cucchiaino di zucchero (ecco, qui dipende da quanto amara/dolce la volete...)
mezza tazza di latte 
mezza tazza di latte di cocco
cocco disidratato e due cubetti di cioccolato fondente per 'condirla'

mescolate in un pentolino gli ingredienti secchi, aggiungete il latte a poco a poco mesolando bene per evitare grumi, aggiungete il latte di cocco (potete fare anche tutto latte di cocco se volete) e mettete sul fuoco. Portate dolcemente a bollore mescolando finchè inizia ad addensarsi. Tuffateci dentro il cubetto di fondente e spolverate con del cocco disidratato. 
Rimettetevi sul divano con copertina, un buon libro (o dvd) e sorseggiate pensando ai tropici.........

Google+ Badge