8 May 2011

Torta alla ricotta e pere. Dedicata alla mia mammina!

Ci siamo sentite ieri sera e ti ho fatto gli auguri, ti ho persino anticipato questa torta che per via del fuso orario, anche dedicandotela, mentre tu ne venivi a sapere, noi la stavamo digerendo...
Ero in compagnia di ben 4 mamme, ma a me mancava la mia, quella che avrei voluto festeggiare perchè -ovviamente - la migliore di tutte e gustarci questo dolce assieme, con un buon caffè e tante sane chiacchiere, non limitate da un telefono o da orari sballati.

Manca fare un salto a casa, scambiarsi ricette (anche se quella che ha più da imparare sono io - ho combinato con il fegato di vitello poi, sai? Come lo fai tu però, è il migliore. Lo mangeremo a dicembre vero? :-)), manca consultarsi sui vestiti o andare a farsi un giro al mercato a Spilimbergo, con tappa obbligatoria al bar per cappuccino e brioche.. Manca raccontarci tutto, dai fiori che hai piantato in giardino, ai dubbi, alle belle notizie.. Manchi tu!

Ma credo che fra mamma e figli il legame sia talmente forte che nonostante la distanza, si è in sintonia strettissima sempre e comunque:-) 

AUGURI MAMMA!


TORTA ALLA RICOTTA E PERE

Per i dischi di biscotto:
120g nocciole grattuggiate finemente
120g zucchero
120g albumi

Per la crema:
300g ricotta
300g panna
150g zucchero
1 cucchiaio di zucchero a velo
5 pere medio piccole (io ho usato le Rosse d'Anjou, una varietà dolce e abbastanza succosa, molto buona)
1 cucchiaio di succo di limone, 1 d'acqua e 1 di zucchero per lo sciroppo.

Croccante alle nocciole (io avevo solo quello alle mandorle), zucchero a velo e pere per decorare.

Preparate il biscotto amalgamando delicatamente gli albumi montati a neve sodissima con lo zucchero e la farina di nocciole. Prendete due teglie da forno, rivestitele di carta da forno e dividete la massa fra le due, spalmando la stessa fino a formare due dischi che abbiano più o meno le stesse dimensioni (io sono andata ad occhio, ma potete aiutarvi con il cerchio rimovibile di uno stampo a cerniera) - ca.26cm di diametro. Dopodichè infornate i dischi a 200° per 15 minuti finchè dorati ma non troppo cotti perchè, dato lo spessore, potrebbero biscottarsi sul serio, ovvero diventare croccanti. Voi invece li volete un pò più sul morbidino. Dorati sì, bruciacchiati no:-)

Ora veniamo alla farcia, io ho iniziato con le pere, le ho tagliate a tocchettini, bagnate con il succo di limone così non anneriscono e le ho aggiunte allo sciroppo preparato sciogliendo in un tegame lo zucchero nell'acqua. Proseguire la cottura per una decina di minuti circa, finchè le pere sono morbide e il 'sughetto' è quasi completamente evaporato. Prendete metà di queste pere e passatele nello schiacciapatate per formare una purea, il resto lasciatelo così com'è e mettete tutto in frigo a raffreddarsi.

Intanto in una ciotola amalgamate bene la ricotta con lo zucchero finchè cremoso. In un'altra ciotola montate invece la panna con lo zucchero a velo (così resta un pò più soda) e incorporatela poi alla ricotta. Quando le pere a tocchetti saranno fredde, aggiungetele anch'esse alla crema.

Prendete i dischi di biscotto (che dovranno essere freddi anch'essi), disponetene uno sul piatto da portata (che poi non la muovete più la torta senza far danni), ricopritelo con metà della crema di ricotta, poi spalmate la purea di pere e infine fate un altro strato con la crema di ricotta. Coprite con l'altro disco, schiacciando un pò per uniformare il tutto. Io mi sono aiutata con una striscia di cartoncino spesso che ho avvolto attorno alla torta per evitare spargimenti di...panna, ma una volta ho fatto anche senza. Basta mettere più crema al centro, lasciando i bordi vuoti. Poi quando si schiaccia con il disco superiore, il tutto si livella. Aiutatevi con una spatola se volete.

Fin qui, ci siamo. Sarebbe meglio preparare questa parte il giorno prima e lasciarla in frigo fino al momento di decorare e poi servire. Io l'ho preparata sabato e ieri mattina (domenica) ho spolverato un pò di zucchero a velo al centro, vi ho disposto sopra alcuni pezzetti di croccante e tutt'intorno al bordo, delle fettine di pera inumidite con succo di limone.

E' stato un successo:-)

6 comments:

Micol said...

Che meraviglai questa tortaaaaaaaa.....e' da un po' che vorrei farla......stupenda!!!Complimenti

#Near_Miss# said...

Grazie, sei gentilissima! Comunque credimi, è un pò una lavorata, ma ne vale la pena!
Questa, dopo le prove necessarie, è la versione collaudata, se la fai...fammi sapere se piace anche a te:-)
ciao!

Federica said...

Che tenero questo post e che bello sentire di un legame cosi profondo!Lo comprendo bene perchè anche io sono molto legata alla mia mamma,che è anche la mia migliore amica e consigliera!Ottima torta,che delizia ne prendo una fetta ;) baci!

Micol said...

Ok.....senz'altro ti faro' sapere.......e grazie per la visita!!!

Mari said...

una torta fantastica da una figlia fantastica.. per una mamma fantastica naturalmente! non penso di esagerare, o comunque voglio esagerare. Un grande grazie di tutto cuore per le belle parole, per i dolci pensieri e per la torta, mi sembra di sentire tutto il suo sapore. La distanza a quanto pare non allontana ma avvicina ancora di più le persone forse perchè non si da tutto per scontato.. grazie bambina mia!

p.s. si la contarìn quant chi soi vecje e sclerade

#Near_Miss# said...

Non stai esagerando, no!:-)

Google+ Badge