16 May 2011

Triangoli di sfoglia con 'Dahl'

Non so, ma non credo di essere l'unica a cui vengono le voglie di cibi 'esotici' ma nel momento in cui mi decido a provare questa o quell'altra ricetta, cambio idea all'ultimo minuto perchè mi mancano tipo sempre 10 ingredienti della solitamente interminabile lista di nomi incomprensibili (tranne magari il latte di cocco e alcune delle spezie più comuni...).
Insomma, se parto con un riso alla cantonese, molto probabilmente finisco con un risotto alla...milanese!! :-/

Ad ogni modo, l'altro giorno (eh sì, è passato un pò di tempo, ma fra Blogger che faceve le bizze - problema comune credo, no?- e impegni vari riconducibili principalmente alla ricerca disperata di un mezzo a quattro benedette ruote, non ce l'ho fatta a postare la ricetta prima) mi è venuta una voglia matta di 'Dahl' una pietanza della cucina indiana a base di lenticchie, una specie di stufato se vogliamo, ottimo da mangiare assieme a dello yogurt greco, o comunque naturale, e pane 'sofficioso' (se riuscite ad accaparrarvi il roti o il naan ancora meglio) e- indovinate un pò??- avevo quasi tutti gli ingredienti!

La ricetta l'ho trovata qui: Spicy Lentil Dahl. Mi mancavano le lenticchie rosse così ho usato quelle verdi (cuocendole un pò più a lungo) e ovviamente, dopo le prime 10 cucchiaiate per 'assaggiarlo' (non riuscivo a smettere, giuro, gnammmm), c'è l'aggiuntina della pasta sfoglia. Sono sempre alla ricerca di nuovi modi per rendere più 'pratici' i cibi per la mia dolce metà che al lavoro ha a disposizione solo mezz'oretta di pausa e con la fame che si ritrova già alle 10 del mattino, potrebbe sgranocchiarsi le forchette... meglio evitare no?

Credo sarebbero un ottimo snack, anche per un compleanno o una festicciola. Sono piaciuti a tutti, tanto che Carlo (sempre la metà di cui sopra) mi ha chiesto di prepararne uno anche per il suo collega per il giorno seguente...:-)



Ma veniamo alla ricettonzola!

TRIANGOLI DI SFOGLIA CON DAHL

1 cucchiaio di olio d'oliva (o di arachidi)
1 tazza (da 250ml - scusate ma da sempre litigo con la matematica e le conversioni fra metrico e -come cavolo si chiama il sistema anglosassone?!- mi risultano abbastanza fastidiose. Vi prego, portate pazienza finchè non mi compro un bel 'vaso misura tutto'), dicevo, una tazza di cipolla bianca tritata finemente
2 spicchi d'aglio tritato finemente
1 cucchiaio di zenzero fresco grattuggiato
4 tazze d'acqua (o brodo - io non ne avevo)
1 tazza di lenticchie verdi (o rosse per autenticità), risciacquate e controllate per evitare sassolini in bocca..
1 cucchiaino di cumino macinato
1 " "             di coriandolo macinato e se volete qualche fogliolina fresca alla fine
1 " "             di curcuma (io ce l'avevo anche fresca, così ho grattugiato un pò anche di quella)
la punta di un cucchiaino di cardamomo macinato
e... beh, doveva andarci un altro mezzo cucchiaino di cannella, ma a me ne è cascata per sbaglio almeno il doppio. Sinceramente, non si sentiva troppo e non dava fastidio. Ad ogni modo, seguite il vostro istinto;-)
1 cucchiaino di sale
1 macinata di pepe di cayenna
2 cucchiai di conserva di pomodoro (io avevo appena fatto il sugo e ho messo quello - sacrilegio?:-p)
2 dischi di sfoglia fresca confezionata

Ebbene, si parte con il soffriggere per ca. 5min la cipolla, l'aglio e lo zenzero nell'olio d'oliva. Dopodichè si aggiungono le lenticchie e l'acqua (la prossima volta provo con il brodo) , le spezie e il sale (dovrete regolarvi voi a seconda se usate brodo o acqua..), si porta prima a bollore e poi si abbassa il gas al minimo, si mette un bel coperchio e si lascia sobbollire quietamente per una mezz'oretta. Se usate lenticchie rosse, potrebbe bastare anche meno. L'importante è che siano tenere e l'acqua praticamente quasi tutta assorbita.
Aggiungete infine la conserva di pomodoro e mescolate bene. Fate cuocere ancora per qualche minuto e se necessario aggiungete un pò d'acqua. La consistenza dev'essere piuttosto cremosa, ma non liquidina!

A questo punto, potete decidere se utilizzare il Dahl così com'è, accompagnato a yogurt e pane indiano (o simile) oppure fare come me e, dopo aver acceso il forno a 190°C , ritagliare la pasta sfoglia in quadrati di ca. 10 cm di diametro - ma usate la vostra creatività, io ero di fretta e la mia sfoglia era già di forma quadrata..), mettere un cucchiaio abbondante di dahl al centro e sollevare un lembo della pasta, ripiegandola per formare un triangolo. Sigillate i bordi con una forchetta, spennellate la superficie con un pò di latte e infornate per 15/20 minuti o finchè i triangoli appaiono dorati e friabili.

Freddi o caldi sono comunque ottimi:-)

1 comment:

Mari said...

ma avete anche i caaaaacos?

Google+ Badge