3 Jun 2011

Salmone in crosta di mostarda, fiocchi di quinoa e arancia

E' un pomeriggio di sole qui a Melbourne. Un sole caldo, irriverente (come sempre, qui, del resto). Proprio quando inizi un pò ad abituarti all'idea dell'inverno, della pioggia, del freddo, ecco che il clima tutto particolare di questa città ci tiene a rinfacciarti che 'hey, non sei mica in Friuli! Qui l'inverno è una giostra, un giorno pensi di uscire col maglione e zac! ti sorprende con dei peraltro piacevolissimi 20°C....
Così se già di mio sono in confusione grazie alle stagioni opposte, questo clima pazzerello non fa che aumentarla.
Che ci crediate o no, questo influisce anche sulla scelta dei pasti. Chi ha infatti il coraggio di trangugiarsi quel che è rimasto della zuppona di lenticchie di ieri, quando oggi la temperatura è salita di 10°C e abbiamo più voglia di un'insalatona?!
Ma ho trovato un alleato! Lo conosco già da un pò, ma grazie anche ad un libro che mi sono regalata, ho finalmente aperto gli occhi sulla grandiosa versatilità del..quinoa. Questo seme (lo so che sembra strano, ma è proprio un seme e non un cereale) è perfetto per insalate, zuppe, 'risotti' (o quinotti? hihi penso proprio che li chiamerò così da ora in poi), secondi di carne e pesce e persino dolci! E cosa non da poco, cuoce in soli 10 minuti. ALLA FACCIACCIA DEL CLIMA MELBOURNIENSE! :-p

Il libro da cui ho preso spunto per questa ricetta è questo: "Cooking with Quinoa. The Supergrain." di Rena Patten
Cooking With Quinoa

L'introduzione è interessante e anche se online si possono trovare informazioni molto più complete su questo seme, i motivi principali per cui viene definito 'Supergrain' sono riassunti chiaramente anche nel libro.

La pianta è nativa delle Ande e da millenni rappresenta uno degli alimenti di base per le popolazioni locali. Gli Inca ne facevano già largo uso, che la consideravano sacra e infatti è conosciuta anche come 'l'oro degli Incas'. E' lontana parente dei nostri comuni spinaci, ma le caratteristiche che la rendono unica sono:

- ha un elevatissimo contenuto di proteine (ottimo per chi è vegano), fra l'altro qualitativamente ottime, visto che contengono tutti e nove gli aminoacidi ESSENZIALI. (Essenziali perchè il nostro corpo non è in grado di produrli da sè e devono essere quindi introdotti attraverso l'alimentazione quotidiana)
- è una fonte di manganese, magnesio, potassio, fosforo, rame, zinco, vitamina E e B6 e calcio
- è antiossidante, ricca di fibra e contiene grassi insaturi
- è una pianta resistente che ha bisogno di pochi trattamenti (chi vuole pesticidi nel piatto?)
- NON ha GLUTINE ed è quindi perfetta per chi soffre di celiachia
- è digeribilissima

Infine, per le varietà. Se ne trovano in commercio di tre tipi: quinoa bianca, rossa e nera. In granellini (i semi interi), in fiocchi o sotto forma di farina. Il sapore non cambia con i colori, al massimo le varietà rosse e nere potrebbero metterci leggermente di più a cuocere.

Ma veniamo a quei bei filettini di salmone che ieri sera mi aspettavano pazientemente mentre finivo di cucire per essere ricoperti da una mistura tutta nuova....

La ricetta originale prevedeva limone, aneto e un cipollotto. Io, non avendone, ho utilizzato arancia (colta in giardino - uhh che bello/strano avere gli agrumi fuori dalla porta di casa!), prezzemolo e porro.
Ho lasciato C. a bocca aperta. Per un secondo. Poi si è reso conto dello spreco di tempo e si è leccato i baffi. E come sempre, quando l'uomo del monte dice di sì....è proprio sì! E allora mi accingo a postare..

La foto l'ho scattata sempre di sera - si vede no? Ma...chi di voi usa metodi artigianali per migliorare la luce senza ricorrere al flash che 'sbianca'  e appiattisce tutto? Si accettano consigli..


SALMONE IN CROSTA DI MOSTARDA, FIOCCHI DI QUINOA E ARANCIA

Ingredienti

4 filetti di salmone
2 cucchiai di mostarda di Digione (presente quella bellissima in grani?ecco)
3 cucchiai di prezzemolo tritato
1 spicchio d'aglio (di quello buono, non quello sbiancato vi prego..) grattuggiato/schiacciato
scorza di un'arancia bio
2-3 cucchiai di succo della suddetta arancia
3-4cm di porro (la parte bianca) finemente affettato e sminuzzato
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 tazza di fiocchi di quinoa
sale e pepe nero macinato fresco qb


Riscaldate il forno a 180°C.
Ungete o rivestite di carta da forno una pirofila e adagiatevici su i filetti di salmone (lato con la pelle in basso).
In una ciotola mescolate bene la mostarda con il prezzemolo, l'aglio, la scorza e il succo d'arancia, il porro e l'olio d'oliva. Aggiungete i fiocchi di quinoa, il sale e il pepe. Con le mani finite di amalgamare il tutto, il composto risulterà piuttosto consistente. A questo punto dividetelo in 4 parti e spalmatelo su ciascun filetto, cercando di coprire l'intera superfice. Infornate per 15-20min finchè il salmone e cotto e la 'crosta' dorata.
Servite:-) Si accompagna bene con un'insalata fresca. (con le olive, così così. Ma io quelle le metterei ovunque, anche sul gelato al cioccolato...e poi davano una botta di colore alla foto, pensavo:-p)

5 comments:

Cristina said...

Oddio, questo salmone deve essere buonissimo..gnam.. e che interessante la disquisizione sulla quinoa, dici che qui in Friuli la trovo? Non ci ho mai fatto caso, ma ora mi metterò d'impegno :)
mmm, vediamo se riesco a pubblicare questo commento...

#Near_Miss# said...

Ma ciao Cris! Ancora problemi con il caro Blogger??
la quinoa in Friuli si trova sì! Io compravo quella rossa al supermercato (alla Pam di Spilimbergo per la precisione), ma anche nei negozi di alimenti naturali e/o bio si trova:-)
Credimi, è ottima, poi è bellissima da vedere perchè cuocendo la 'pallina' si gonfia e si apre, lasciando fuoriuscire la 'codina' bianca che è leggermente croccantina.. si capisce che sono ormai una fan sfegatata?
Ho visto che hai aggiornato il blog..ora passo a trovarti...!!

Federica said...

Cara Linda,questo salmone fa venire l'aqcuolina in bocca...complimenti davvero!!!Non ho dubbi che abbia avuto successo...Grazie per la tua visita al mio blog e soprattutto per le bellissime parole che hai saputo usare,so che vengono dal cuore e pur non conoscendoci personalmente la sintonia che avverto è fortissima!!!XOX

Federica said...

...volevo scrivere acquolina ARGH!!!
PS:ci vuole una bella tempra per stare dietro a un clima cosi,ma sono convinta che l'esperianza che fai ne valga assolutamente la pena!!!

#Near_Miss# said...

Sei un tesoro. E concordo sul fatto della sintonia, peccato non potersi trovare per bere un caffè assieme e parlare di ricette, di cottage inglesi e... ovviamente un pò di noi!
Magari un giorno.. intanto ti mando un sorrisone da quaggiù, che si sa, il sorriso è contagioso:-D
xxx
PS oggi i Melburniensi hanno visto persino il nevischio!!!!!! Non ti dico lo sgomento... puzzled, dicono loro. E rende l'idea credo..

Google+ Badge