5 Mar 2011

Hommous di Elana

Elana è una carissima amica con cui ho condiviso una casa e innumerevoli avventure quando ancora abitavo nella mitica Albione. Da quando lei è tornata a vivere in Giordania e io ..un pò ovunque, non ci siamo più viste e l'unica cosa che ci mantiene 'concretamente' in contatto (da quando le lettere scritte a mano hanno perso la loro popolarità, non riesco a percepire nessun metodo di comunicazione moderno come 'fisico' oltre che mentale) è la cucina. Ci scambiavamo spesso ricette e altrettanto spesso, mentre rincasavamo dall'ufficio stanche e un pò annoiate, fantasticavamo su un ristorantino in cui avremmo mischiato le nostre rispettive cucine tradizionali...
Quando ci siamo salutate, lei mi ha lasciato un regalo bellissimo: un pacchetto contentente alcune fra le spezie essenziali della cucina mediorientale e un fascicoletto scritto a mano da lei con tutte le sue ricette che amavo di più.
Questa dell'Hommous è una di quelle che preferisco per la velocità di esecuzione. E' una crema di ceci che si accompagna bene con i Falalfel (polpettine sempre a base di ceci, buo-nis-si-me), il pane 'Pita' (tipo di pane libanese piatto con una cavità all'interno da riempire a volontà) e con un pò di insalata/verdurine fresche. Ma a me piace così tanto che l'Hommous lo spalmo semplicemente su di una bella fettona di pane tipo pugliese, con un filo d'olio d'oliva e una spolveratina di paprika e/o prezzemolo tritato. Et voilà, uno snack sano e veloce!
I pomodori nella foto li ha preparati una mia zia invece, a cui ho 'rubato' (leggi: richiesto gentilmente) la ricetta, dopo averne apprezzato enormemente la bontà...


PANE E HOMMOUS CON POMODORI VERDI

Ingredienti

1latta di ceci, risciaquati
2 spicchi d'aglio (ma potete metterne di più o di meno a seconda dei gusti e ...di chi vi sta accanto!)
2 cucchiai colmi di salsa tahini (crema a base di semi di sesamo)
il succo di un limone non troppo grande
1 pizzico di sale
1 cucchiaio d'acqua per 'ammorbidire' la crema
paprika/prezzemolo tritato  e olio d'oliva per decorare

Mettere tutti gli ingredienti tranne quelli per decorare nel frullatore e azionarlo finchè avrete ottenuto una crema omogenea e morbida. Se necessario regolare un pò con dell'acqua o se vi piace con ulteriore succo di limone per ottenere la consistenza desiderata. Non deve risultare nè troppo liquida, nè troppo densa, ma facile da spalmare su una bella fetta di pane precedentemente tostata e insaporita con un pò d'aglio a mò di bruschetta.
Decorare a piacere con un pizzico di paprika, del prezzemolo fresco se l'avete (lo consiglio!) e un filo d'olio d'oliva.

Pomodori verdi sott'olio
Questi non li ho fatti io, ma una mia cara zia. Mi ha spiegato che si fanno così:
Prendere dei pomodori ancora belli verdi (non devono avere segni di 'arrossamento' in corso...), affettarli, salarli e riporli in un grande scolapasta con un peso sopra per 24h così che possano spurgare tutta l'acqua. Immergerli in aceto per altre 24h dopodichè sgocciolarli, invasarli premendo bene bene e alternandoli con qualche spicchio d'aglio intero e del basilico fresco. Una volta riempito il vaso, versarvi dell'olio d'oliva di buona qualità finchè i pomodori ne saranno ricoperti. Chiudere bene e ...resistere alla tentazione di mangiarli tutti subito!


ENGLISH VERSION



ELANA'S HOMMOUS (with green tomatoes)

1 can chickpeas (rinsed and drained)
2 cloves of garlic
2 full tbsp tahini sauce
juice of one medium sized lemon
a pinch of salt
ev. 1tbsp water to smoothen the dip
paprika/chopped parsley/olive oil to decorate
rustic sourdough bread, sliced, toasted and rubbed with extra garlic (to taste)

Mix all ingredients except the ones for decoration in a mixer until creamy and smooth.
Spread on the toasted slices of bread, sprinkling the dip with paprika, fresh and finely chopped parsley and a drizzle of olive oil.
This dip can be used as an accompaniment to Middle Eeastern dishes or anywhere else you fancy. I could eat spoonfuls of it straight from the bowl! But this is a quick and healthy snack, packed with a natural antibiotic that's garlic and much more nutritious than many other common spreads!

The green tomatoes are a special recipe of my auntie. They are delicious and go well with the hommous. I haven't tried it myself (yet) but here's her recipe:
Take your green tomatoes (there should be no signs of 'reddening' at all), slice them, sprinkle them abundantly with salt and leave them in a strainer with something heavy on top of them to help get rid of all their water. Leave them for 24hrs. Rinse them, put them in a bowl and cover with vinegar. Leave them for another 24hrs. Now, drain them, place them tightly in glass jars alternating them with whole garlic cloves and fresh basil leaves. Once you reach the top, pour good quality olive oil over them until covered. Close the jar tightly and...resist the temptation to eat them straight away!

3 comments:

Federica said...

Che bella amicizia e che dono prezioso...Che buona deve essere questa ricetta,adoro i sapori orientali e esotici,le spezie e il modo in cui vengono sapientemente usate!!!è molto invitante...baci.

#Near_Miss# said...

Grazie! Adoro i piatti della tradizione, ma a volte mi manca un pò proprio quel gioco di sapori che consentono le spezie e infatti mi piace collezionarle (in miriadi di vasetti che occupano una bella fetta della mia minuscola cucina) e soprattutto usarle.
C'è anche la variante alla melanzana di questa 'dip', si chiama Baba Ghanoush (spero di averlo scritto giusto) e basta sostituire ai ceci una melanzana buccherellata con una forchetta e fatta cuocere intera in forno finchè tenera, poi privata della buccia e infine passata al mixer assieme agli altri ingredienti.
Sono ottime entrambe!x

Federica said...

Ciao Linda,grazie per la ricetta versione melanzane chissà che buona ;)
Intanto ti lascio con grande affetto e simpatia un piccolo pensiero se passi dal mio blog

http://oradeltea.blogspot.com/2011/03/un-post-per-un-premio.html

Google+ Badge